Adobe sul web: acquista il produttore di Buzzword, wordprocessor online

Dopo i passi avanzati da Google, Microsoft e Yahoo!, anche Adobe mette piede nel settore dell'Office online. L'azienda di Photoshop ha infatti acquisito Virtual Ubiquity, una società americana che fra i suoi prodotti vanta "Buzzword": wordprocessor web based gratuito (stile Google Docs) basato su tecnologia Flash.

Dopo anni di leadership nella grafica, Adobe apre le porte anche al mondo office, un settore che tutti danno in rapida crescita, diventando così un serio rivale per i big. La californiana softwarehouse di Saint Jose dichiara che il nuovo software Buzzword, messo a punto da 11 collaboratori nel Massachusetts, si differenzia molto dagli altri competitori per l’importanza attribuita all’impaginazione e alla stampa, gli utenti saranno in grado di produrre documenti perfetti e di alta qualità col fine di una migliore pubblicazione cartacea. Al momento è certificata la compatibilità con i formati .doc e .rtf, ma presto sarà possibile esportare anche i formati .pdf e OpenDocument.

Il prossimo passo sarà quello di rendere l'applicazione operativa anche offline, in host e in locale, grazie all’utilizzo della tecnologia AIR. Il vero investimento di Adobe è il contemporaneo rilascio di un servizio gratuito con il nome di "Share", un'integrazione del progetto che consentirà la condivisione e la modifica online dei documenti creati, con la possibilità d'inserimento all'interno delle pagine web grazie alla tecnologia Flash.
Indipendentemente dal browser utilizzato, da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, l’utente potrà partecipare alla stesura, modifica e/o condivisione di documenti, anche di grandi dimensioni, decidendo quali file rendere pubblici e quali su cui adottare restrizioni.
Lo scopo dichiarato da Adobe non è tanto quello di far concorrenza a Microsoft e Google, ma puntare sul consolidamento della propria strategia, focalizzata sulle "web apps", in un settore business crescente e vantaggioso soprattutto per le PMI che hanno un budget limitato. Ancora non si hanno informazioni dettagliate su come e quando Buzzword e Share saranno resi disponibili, del resto l’acquisizione di Virtual Ubiquity è da poco stata annunciata ma, in base alle dichiarazioni, il progetto verrà concluso e precisato entro la fine di Novembre 2007.

Per la realizzazione del tuo marchio visita i servizi di Web Design Genova

Etichette: ,

venerdì 12 ottobre 2007
Inserito da: Simona, 18.13 | Link | 0 Commenti

Bookmark and Share

Genova 2007: "Festival della Scienza"... e il futuro del web

Dal 25 ottobre al 6 novembre riparte il quinto Festival della Scienza a Genova.
Il Festival della Scienza esplora le nuove forme di comunicazione e di culture digitali, nato con l'obiettivo di proporre un nuovo modo di fare divulgazione in Italia, si basa sull'interattività e la trasversalità degli eventi, usando un linguaggio capace di coinvolgere un vasto pubblico: bambini, ragazzi, appassionati e specialisti. Un appuntamento da non perdere.
La città di Genova e l'intera regione Liguria saranno coinvolte in una "festa" che si snoda attraverso il porto, le strade, i palazzi storici e i musei. Suggestivo scenario per una nuova edizione all'insegna della "Curiosità", tema fondamentale per la ricerca scientifica ma anche per il web.
Oltre 400 eventi per il Festival delle Scienze 2007: mostre e laboratori interattivi, viaggi multimediali e simulazioni in 3D, concerti e spettacoli teatrali, congressi e tavole rotonde. Non mancherà l'atteso appuntamento con Matefitness, quest'anno dedicato all’etnomatematica.
Per la prima volta il Festival si apre all’universo Internet con l’avvio del "Progetto Blogger": una squadra di blogger genovesi, di fama nazionale, racconteranno la loro esperienza in prima persona, dando spazio anche ai blogger di passaggio in città; spazio aperto a chiunque voglia connettersi alla Rete e partecipare attivamente, giorno dopo giorno, alle tematiche del Festival.
"Il web ha avuto un'importanza decisiva nel mondo della ricerca e della comunicazione, ha rivoluzionato il rapporto tra scienza e società." - afferma Robert Cailliau (co-inventore del web nel 1990) - "I blog rappresentano appieno l’idea di web che avevamo a quel tempo... uno strumento di condivisione, di conoscenza e di informazione, ma anche una possibile fonte di saggezza". Un'affermazione positiva che si oppone alle critiche di qualunquismo che ultimamente colpiscono il mondo internet. Anche le parole di Manuela Arata (Presidente del Festival della Scienza) sostengono che "il blog, pur essendo ancora uno strumento molto giovane e acerbo, avrà sempre maggior peso in ogni tipo di contenuto e potrà trasmettere sensibilità sociale e culturale, producendo conoscenza".
La scienza e la rete si incontrano, forse senza essersi mai allontanati troppo.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale: www.festivalscienza.it

Etichette: , ,

venerdì 5 ottobre 2007
Inserito da: Simona, 14.35 | Link | 0 Commenti

Bookmark and Share