Adobe sul web: acquista il produttore di Buzzword, wordprocessor online

Dopo i passi avanzati da Google, Microsoft e Yahoo!, anche Adobe mette piede nel settore dell'Office online. L'azienda di Photoshop ha infatti acquisito Virtual Ubiquity, una società americana che fra i suoi prodotti vanta "Buzzword": wordprocessor web based gratuito (stile Google Docs) basato su tecnologia Flash.

Dopo anni di leadership nella grafica, Adobe apre le porte anche al mondo office, un settore che tutti danno in rapida crescita, diventando così un serio rivale per i big. La californiana softwarehouse di Saint Jose dichiara che il nuovo software Buzzword, messo a punto da 11 collaboratori nel Massachusetts, si differenzia molto dagli altri competitori per l’importanza attribuita all’impaginazione e alla stampa, gli utenti saranno in grado di produrre documenti perfetti e di alta qualità col fine di una migliore pubblicazione cartacea. Al momento è certificata la compatibilità con i formati .doc e .rtf, ma presto sarà possibile esportare anche i formati .pdf e OpenDocument.

Il prossimo passo sarà quello di rendere l'applicazione operativa anche offline, in host e in locale, grazie all’utilizzo della tecnologia AIR. Il vero investimento di Adobe è il contemporaneo rilascio di un servizio gratuito con il nome di "Share", un'integrazione del progetto che consentirà la condivisione e la modifica online dei documenti creati, con la possibilità d'inserimento all'interno delle pagine web grazie alla tecnologia Flash.
Indipendentemente dal browser utilizzato, da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, l’utente potrà partecipare alla stesura, modifica e/o condivisione di documenti, anche di grandi dimensioni, decidendo quali file rendere pubblici e quali su cui adottare restrizioni.
Lo scopo dichiarato da Adobe non è tanto quello di far concorrenza a Microsoft e Google, ma puntare sul consolidamento della propria strategia, focalizzata sulle "web apps", in un settore business crescente e vantaggioso soprattutto per le PMI che hanno un budget limitato. Ancora non si hanno informazioni dettagliate su come e quando Buzzword e Share saranno resi disponibili, del resto l’acquisizione di Virtual Ubiquity è da poco stata annunciata ma, in base alle dichiarazioni, il progetto verrà concluso e precisato entro la fine di Novembre 2007.

Per la realizzazione del tuo marchio visita i servizi di Web Design Genova

Etichette: ,

venerdì 12 ottobre 2007
Inserito da: Simona, 18.13

0 Commenti:

Aggiungi un commento